L’appartamento “casa accoglienza” viene assegnato ad una mamma e/o una famiglia con disagio abitativo e vuole essere un aiuto temporaneo per fronteggiare un’emergenza.

Il CAV oltre ad assegnare l’alloggio si fa carico di tutte le spese di gestione, luce, gas, ecc..